Il Museo delle Grigne

 

 

Il Museo delle Grigne è il museo civico di Esino Lario e contiene collezioni che danno in chiave locale il senso degli eventi geologici e della storia dell’uomo.

 

 

Nella foto grande, la sede del Museo delle Grigne nel Parco di Villa Clotilde a Esino Lario (foto di Cathdesenar / Wikimedia Commons). Sotto, telaio per arazzi al Museo delle Grigne (foto di Dario Crespi / Wikimedia Commons)

 

Presenta al pubblico una collezione di storia naturale (fossili, minerali e la collezione di farfalle ospitata nell’adiacente Ville Clotilde), reperti archeologici, strumenti di lavoro utilizzati dagli abitanti di Esino fino all’inizio del ’900, e infine testimonianze dello sviluppo più recente del paese. Tra queste quella che è stata una rinomata Scuola di arazzeria e Wikimania, il congresso internazionale dei wikipediani che nel 2016 si è svolto a Esino Lario.

A porre le basi del Museo è stato fin dagli Trenta il parroco di Esino Lario don Giovanni Battista Rocca. Oggi il Museo, una delle oltre trenta realtà integrate nel sistema museale della Provincia di Lecco, ha una sede nuova e fa parte dell’Ecomuseo delle Grigne. La vecchia sede del Museo ospita una ricostruzione di un "Casel", la baita tipica dei maggenghi attorno al paese. L'Associazione amici del Museo delle Grigne Onlus si prende cura della gestione e della valorizzazione del Museo.

Il Museo offre una serie di attività didattiche per i bambini.

Orari:
Dal 1º maggio aperto il sabato e la domenica dalle 15 alle 17
Apertura straordinaria martedì 1º maggio dalle 15 alle 17

Contatti:
Via Montefiori 19, 23825 Esino Lario (LC)
Per gruppi, prenotazioni e informazioni:
Giovanna: 334 3034 107
Ufficio turistico: 331 9643 033
Comune: 0341 860 111
www.museodellegrigne.it

 

 

 

 

 

 

 

Alcuni diritti riservati 2018 esinolario.org