Patata bianca di Esino

 

 

La patata bianca di Esino, detta anche comunemente la biancona, è una varietà di patata tradizionalmente coltivata in Val d'Esino.

 

 

 

La patata bianca di Esino, detta anche comunemente la biancona, è una varietà di patata tradizionalmente coltivata in Val d'Esino.

Nasce negli anni trenta del XX secolo a seguito di un'opera di selezione avviata nel 1927 da Giovanni Battista Rocca, parroco della chiesa di San Vittore a Esino Lario, che era intenzionato a introdurre elementi d'innovazione per l'agricoltura della valle che soffriva di una scarsa capacità di resa. È una varietà della patata bianca di Como.

La produzione dopo aver raggiunto l'apice negli anni sessanta andò incontro ad un progressivo declino a beneficio di varietà commercialmente più diffuse ed economiche. A partire dal 2009 è stata avviata la reintroduzione della coltivazione di questa tubero con anche il sostegno del Parco della Grigna Settentrionale. Nel 2010 è stato costituito il Consorzio della patata bianca di Esino che ne deve curare la conservazione e la promozione.

Viene utilizzata per la preparazione degli gnocchi, del purè e di altre specialità locali quali patole e ravioli.

Fonte Wikipedia, foto della Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera

 

 

 

 

 

 

 

Alcuni diritti riservati 2018 esinolario.org